Tra Passione e Innovazione2018-12-18T15:48:47+00:00

Tra Passione e Innovazione

Un viaggio in chiave di Pojer e Sandri

I viaggi di studio

Visite in cantine e vigneti in tutte le regioni viticole, prendendo da ognuno soluzioni tecniche o idee per i nuovi prodotti interpretandole e ottimizzandole in chiave assolutamente trentina.

1978: Metodo Classico e Cuvée

Nel 1978 parte il tentativo di produrre il primo metodo classico dal perlage raffinato. Dopo alcuni anni debutta sul mercato la prima Cuvée 83-84, inizialmente vinificata in inox e oggi totalmente fermentata in legno. Scopri le nostre bollicine.

1979: primi con lo Chardonnay

“Avevamo sete di innovazione e fummo fra i primi a livello nazionale a commercializzare lo Chardonnay (1979) fino ad allora praticamente sconosciuto. A livello regionale, invece siamo stati fra i primi a stupire con la produzione di Sauvignon blanc.”

Mario Pojer

Anni 80: i due “Faye”

In principio degli anni ’80 fanno la loro prima apparizione in azienda le barriques francesi (novità assoluta per il Trentino) dando vita alle prime cuvée, ecco quindi i due Faye: Bianco e Rosso e i 2 Besler: Biank e Ross. Scopri i Faye.

1985: una rivoluzione: “Essenzia”

Più tardi arriverà l’Essenzia, un vino dolce fatto per la prima volta nel 1985 e che ha rivoluzionato il panorama dei vini dolci in Italia. Uno stile nordico legato all’alta acidità, basso alcool 9°-10° e fragranza assoluta. Scopri l’Essenzia.

2002: Vinificazione in riduzione e pressa con recupero d’azoto

La battaglia contro l’ossidazione è importante perchè conserva la tipicità, preserva gli aromi e anche gli antiossidanti naturali dell’uva, consentendo poi una riduzione drastica dell’uso di antiossidanti come la solforosa e l’acido ascorbico. Nasce così il brevetto internazionale BUCHER INERTYS.

2004: nasce “Merlino”

Siamo nel  2004 quando nasce Merlino. Un prodotto che, quasi per magia, unisce le due realtà: la Cantina e la Distilleria. Un mosto di Lagrein parzialmente fermentato “fortificato” da DIVINO, il Brandy aziendale invecchiato per oltre 14 anni. Prodotto per la prima volta nel 1986 esso è stato il primo Brandy italiano dove l’intera filiera veniva coperta direttamente da un’unica “mano”. Dalla Vigna al Bicchiere. Scopri il Merlino e il Divino.

2006: la spa dell’uva

“il lavaggio abbassa la carica di lieviti spontanei, ma quelli che restano sulla buccia in un mosto senza più contaminanti chimici si moltiplicano molto più in fretta e le fermentazioni sono mediamente più veloci rispetto a quelle che si hanno con i mosti da uve non lavate”.

Mario Pojer

Da sempre una distilleria unica

Fin dall’inizio alla cantina si è sempre affiancata la distilleria, tra le prime in Trentino a produrre grappe monovitigno per poi allargare il raggio anche ad altri distillati di frutta di provenienza regionale. Anche in questo caso il principio cardine è la purezza. Un distillato che rispecchi integralmente l’origine deve tenere in grande considerazione il rispetto della materia prima e della nota autoctona caratteristica. L’unico “ingrediente” esterno aggiunto è infatti l’acqua, utilizzata per abbassare il grado alcolico in post-distillazione (prossimo ai 70°-75°).

Collaborazioni

Ogni nuovo processo e ogni sperimentazione nascono sempre con l’appoggio delle collaborazioni scientifiche con gli Istituti di Ricerca, prevalentemente con la Fondazione Edmund Mach che ha sede a pochi chilometri dall’azienda. “Per fare sperimentazione è necessario un supporto scientifico serio, chiacchiere se ne sentono già troppe, ma per poter affermare di avere trovato e sperimentato tecniche e soluzioni nuovo è meglio essere sicuri di quello che si dice e solo la scienza può dare questa sicurezza”.

Mario pojer

2013: Zero Infinito

Nasce un progetto a “Zero trattamenti in campagna, Zero solforosa, Zero lieviti commerciali liofilizzati, Zero chiarificanti, Zero filtrazioni, Zero antiossidanti”. Scopri lo Zero Infinito.

CONTINUA IL VIAGGIO

Nel Territorio

In Cantina

In Distilleria

In Acetificio

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Leggi di più. Ok